Loading...

Cerca nel blog

giovedì 19 gennaio 2012

Costa crociere contro il comandante

Nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 la nave Concordia della Costa Crociere ha speronato uno scoglio nei pressi dell'isola del Giglio.
Tutte le colpe sono ricadute sul capitano Francesco Schettino, per molti il vero responsabile del disastro.
Anche la societa' Costa ritiene responsabile il comandante dell'accaduto definendo un vero errore umano e quindi non assumendosi la colpa e ponendosi come parte civile contro il comandante.
La cosa che trovo strana e' pensare che un comandante, arruolato dalla Costa e stipendiato dalla stessa societa' possa essere accusato proprio dalla sua stessa societa', mi chiedo con quale criterio la Costa crociere arruola i comandanti ? Quali rischi stanno correndo le migliaia di persone che in questo momento stanno viaggiando? Perche' non verificare i metodi della Costa e sopratutto le persone che arruolano li stessi comandanti?

Nessun commento:

Posta un commento