Loading...

Cerca nel blog

venerdì 8 ottobre 2010

Ed ora basta .....................

Qualche settimana fà l'Onorevole della Repubblica Italiana Umberto Bossi e Ministro delle Riforme per il Federalismo, durante un evento della lega nord presso Lazzate, ha dichiarato che l'acronimo Spqr "Senatus populusque romanus", per lui significa "sono porci questi romani" a seguito di altre frasi poco ortodosse rivolte ai meridionali ed alla nostra bandiera tricolore.
Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha dichiarato "Questa volta Bossi ha veramente superato il segno, oggi stesso scriverò al presidente del Consiglio, per chiedere che intervenga presso i ministri del suo Governo affinché tengano un atteggiamento istituzionale e politico più consono alla loro carica e più rispettoso del ruolo di Roma Capitale e della dignità dei romani".
Il risultato ? una mangiata con prodotti romani e lombardi.
Penso si debba dare un forte segnale di rispetto ai tanti politici, seduti sulle poltrone per merito nostro e pagati dallo Stato (cittadini. Come ? aspettando le prossime elezioni e non votare (destra,sinistra,centro) in modo da far capire in maniera chiara che le poltrone vanno occupate da una nuova classe dirigente politica, da chi rispetta tutta l'Italia e da chi merita tale ruolo.
Io non colpevolizzo i politici o coloro i quali seguono la politica anche dal punto di vista dell'informazione, ma critico e colpevolizzo tutti gli italiani, me compreso, che ormai quasi ogni anno, ci rechiamo alle urne e votiamo (destra o sinistra) le stesse persone, che una volta al governo, dopo i famosi 100 giorni, vengono da noi stessi criticati e colpevolizzati. Allora mi chiedo siamo un popolo di cretini ? perchè votare per poi criticare ? perchè sostenere per poi colpevolizzare ?
per quanto riguarda l'Onorevole Bossi, una domanda perchè permettiamo ad un uomo di offenderci, pur non avendo fatto nulla a lui, come persona e come partito ? il nostro male ? essere TERRONI e ROMANI ?
Io sono di Reggio Calabria è mi vanto di essere un TERRONE.

Nessun commento:

Posta un commento